Sini Stefano

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

Il maestro Stefano Sini in arte Fossiant vive ed opera a Sinnai – Cagliari

e-mail: macchia.ale@tiscali.it

Attestato Archiviazione 2019 per sito

BIOGRAFIA

L’artista Stefano Sini, Fossiànt, suo nome d’arte, Cagliaritano dal 1962, nasce con la pittura, che porta avanti dal 1976, intercalando negli anni a tutt’oggi, esperienze nel settore fotografico e grafico, in quello scultorio e ceramico, nella poesia, computer art e mail art.

Fin da giovane età, respira arte, vive in mezzo all’arte, infatti, sia da parte di madre sia di padre, riscontriamo dei pittori, e probabilmente è da qui, che prende spunto, tutto il suo operato artistico, autentica magia visiva.

Fossiànt, trae preziosi insegnamenti, dai maestri di famiglia, Tarquinio e Rolando Sini, cogliendo dal primo, l’ispirazione e la tecnica grafica, dal secondo, suo maestro di pittura, l’insegnamento umano e artistico.

Fossiànt, prosegue nel tempo, una strada che lo porterà a cimentarsi in altre discipline d’arte. Egli vive ogni forma artistica, non singolarmente, ma con una visione d’universalità.

Nelle sue opere, spesso traspaiono tratti arabescati, come il percorso di un labirinto; frammenti nascosti e palesi, ponti dello spazio e del tempo e il dualismo figurativo e informale.

Nel 1988, si trasferisce a Milano, e in un clima di gran fervore, ha modo di confrontarsi, approfondire e ampliare, il suo percorso, dove nel 1993, comincia a dedicarsi alla poesia; suoi scritti sono pubblicati da Artecultura editrice e in alcune antologie.

Nel 1995, ritorna nella terra d’origine, la Sardegna, dove vive e lavora. Con l’ingresso nel nuovo millennio, comincia ad avvicinarsi alla mail art, inconsapevolmente, quasi per gioco, proponendo lo scambio con altri artisti pittori, di piccole opere formate cartoline, utilizzando il mezzo postale. Nel 2004, notando che quello scambio d’opere, può essere considerato arte postale, decide d’intraprendere anche questo cammino, partecipando a numerose convocatorie in tutto il mondo.

Nel 2009, crea il suo primo progetto di mail art, “Mail Art in the World – 2010” e il suo primo libro d’artista, esposto alla rassegna internazionale “Aspettando la biennale del libro d’artista” a Palazzo Merolla in Marano di Napoli. Sue opere sono conservate presso collezionisti, estimatori, enti e associazioni, e presso il Centro Pavesiano – Museo Casa Natale di Cesare Pavese, in Santo Stefano Belbo.

BIOGRAPHY

The artist Stefano Sini, Fossiànt, his stage name, from Cagliari since 1962, was born with painting, which he has been carrying on since 1976, interspersing over the years to this day, experiences in the photographic and graphic sector, in the sculptural and ceramic sector, in poetry, computer art and mail art.

From an early age, he breathes art, lives in the midst of art, in fact, both on his mother’s and his father’s side, we find painters, and it is probably from here, that he is inspired, all his artistic work, authentic visual magic.

Fossiànt, draws valuable lessons from the masters of the family, Tarquinio and Rolando Sini, taking from the first, the inspiration and the graphic technique, from the second, his master of painting, the human and artistic teaching.

Fossiànt, continues over time, a road that will lead him to try his hand at other art disciplines. He lives every art form, not individually, but with a vision of universality.

In his works, arabesque traits often appear, like the path of a labyrinth; hidden and obvious fragments, bridges of space and time and the figurative and informal dualism.

In 1988, he moved to Milan, and in a climate of great fervor, he had the opportunity to confront, deepen and broaden, his path, where in 1993, he began to devote himself to poetry; his writings are published by Artecultura editrice and in some anthologies.

In 1995, he returned to his homeland, Sardinia, where he lives and works. With the entry into the new millennium, he began to approach the mail art, unknowingly, almost as a joke, proposing the exchange with other painter artists, of small works formed postcards, using the postal means. In 2004, noting that the exchange of works can be considered postal art, he decided to undertake this journey as well, participating in numerous convocations all over the world.

In 2009, he created his first mail art project, “Mail Art in the World – 2010″ and his first artist book, exhibited at the international exhibition “Waiting for the biennial of the artist’s book” at Palazzo Merolla in Marano di Naples. His works are kept by collectors, connoisseurs, bodies and associations, and at the Pavesiano Center – Cesare Pavese’s Birthplace Museum, in Santo Stefano Belbo.