Cortese Vincenzo

Larte-di-Cortese

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

Il maestro Vincenzo Cortese vive ed opera a Cosenza

Cell. 339.1403808

e-mail: infocortese@libero.it

Attestato Archiviazione opere d'arte 2021

BIOGRAFIA

Vincenzo Cortese ‘ nasce a Cosenza, il 4 giugno del 1982 e vive a Trebisacce (cs). E’ un giovane artista autodidatta. Nonostante egli non abbia mai frequentato nessuna scuola di disegno, sin da piccolo ha manifestato la passione e la dote per l’ arte creativa. Ogni cosa, oggetto e natura lo aspirava a creare qualcosa che nel mondo non esisteva. Per lui tutto ciò che è in natura può essere modificato e ricreato. L’ anormalità è la sua normalità. Questo è dimostrato anche da piccole vicende che lo riguardano; a soli 7 anni il suo passatempo preferito, come tanti bimbi della sua età, era andare a caccia di salamandre, ma un bel giorno decise di ricoprire un albero pieno di salamandre, per lui questa era la sua opera d’arte, riuscendo ad immaginare qualcosa di surreale nel reale. Il suo istinto lo portava a creare qualcosa al di fuori di quella che è la normalità. Durante la sua infanzia i suoi disegni si ispiravano maggiormente a figure elementari, l’ ispirazione gli veniva soprattutto nelle ore scolastiche raffigurando i suoi professori. Egli riprendeva per ogni soggetto un particolare che lo distingueva (es.: naso lungo) Crescendo è andato sempre alla ricerca delle novità, del particolare che poteva distinguere ogni sua cosa. La sua prima opera, intitolata “La via”, è stata creata nel 1995. Diventato adolescente la sua passione lo ha portato ad esprimere le sue emozioni nel mimetismo astratto con un susseguirsi di opere che vivono di colore e sfaccettature.

BIOGRAPHY

Vincenzo Cortese ‘was born in Cosenza on 4 June 1982 and lives in Trebisacce (cs). He is a young self-taught artist. Although he never attended any drawing school, from an early age he showed a passion and talent for creative art. Everything, object and nature aspired him to create something that did not exist in the world. For him, everything that is in nature can be modified and recreated. The abnormality is its normality. This is also demonstrated by small events that concern him; at just 7 years old his favorite pastime, like many children his age, was to go hunting for salamanders, but one day he decided to cover a tree full of salamanders, for him this was his work of art, managing to imagine something surreal in reality. His instinct led him to create something outside of what is normal. During his childhood, his drawings were more inspired by elementary figures, the inspiration came above all in school hours by depicting his professors. For each subject he used a detail that distinguished him (eg: long nose) Growing up he always went in search of novelties, of the particular that could distinguish everything about him. His first work, entitled “La via”, was created in 1995. As a teenager, his passion led him to express his emotions in abstract mimicry with a succession of works that live in color and facets.