Mahmoud Osama

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

Il maestro Osama Mahmoud vive ed opera a Torino

Cell. 351.2917384 – 333.3588077

e-mail: osssamaus@hotmail.com

Attestato Archiviazione opere d'arte 2021

BIOGRAFIA

Attia Mahmoud nasce in Alexandria d’Egitto il 30 agosto 1965 e attualmente vive a Torino.

Dopo il diploma di maturità, per trovare stimoli alla realizzazione della sua arte, si trasferisce a Sharm el Sheikh dove, grazie alla magica atmosfera dei tramonti nel deserto e ai suoni melodiosi del fruscio del vento fra le rosse montagne del Sinai, trasforma le proprie emozioni in dipinti.

Apre una piccola atelier d’arte in Naama Bay, il “cuore pulsante” del South Sinai frequentato da tutto il mondo ed inizia una nuova pagina della sua vita artistica come Osama.

Molte sono le opere realizzate e nel settembre del 2017 è invitato a partecipare al “Convegno Ashtar” ritrovi di tutti i maggiori artisti di spicco dei Paesi Arabi e vince, con il suo quadro intitolato “Cavallo Arabo”, il premio per la migliore realizzazione sia per la tecnica che per l’emozione che suscita l’osservazione di questo maestoso animale.

Successivamente inizia a dedicarsi all’artigianato “green” trasformando oggetti in opere uniche, aggiungendo così un valore in più alle sue creazioni fatte grazie al recupero di materiali e vecchi oggetti.

BIOGRAPHY

Attia Mahmoud was born in Alexandria of Egypt on August 30, 1965 and currently lives in Turin.

After graduating from high school, to find stimuli for the realization of his art, he moved to Sharm el Sheikh where, thanks to the magical atmosphere of the desert sunsets and the melodious sounds of the rustle of the wind in the red mountains of Sinai, he transforms his emotions. in paintings.

She opens a small art studio in Naama Bay, the “beating heart” of South Sinai frequented by the whole world and begins a new page in her artistic life as Osama.

There are many works created and in September 2017 he was invited to participate in the “Ashtar Conference” meeting of all the major artists of the Arab countries and won, with his painting entitled “Arabian Horse”, the prize for the best realization both for the technique and for the emotion that arouses the observation of this majestic animal.

Subsequently she begins to devote herself to “green” craftsmanship, transforming objects into unique works, thus adding an extra value to her creations made thanks to the recovery of old materials and objects.