ARTE DI ROSA MININNI

001

002

009

Rosa Mininni – Vallecrosia – Imperia

BIOGRAFIA

Rosa Mininni  vive e lavora a Vallecrosia in provincia di Imperia , ha conseguito la Laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Verona . Da sempre amante delle discipline artistiche, nominata Accademica al Centro Accademico Maison d’ Art di Padova. Nel corso della sua carriera ha ottenuto numerosi riconoscimenti e pubblicazioni inserita fra gli autori della Storia dell’Arte Italiana all’interno dell’Archivio Storico Universale delle Belle Arti.

Artisticamente Rosa Mininni si è espressa attraverso la pittura sperimentando materia e materiali. L’Arte di Rosa ci parla di un percorso “ Simbolico – Emozionale “ un percorso iniziato come  viaggio spirituale , un dipingere dal misurato simbolismo, la materia si confonde con l’infinito e il fruitore si perde in questo spazio che annulla ciò che di materiale lo lega alla dimensione terrena. Rosa affida all’estro, alla creatività tutta la ricchezza delle sue raffigurazioni pittoriche. Intuizioni e capacità creative che si aprono al grande mistero della realtà, dove la profondità dei mari, la terra, i boschi e l’atmosfera stanno a significare un senso di rinnovamento interiore, una pittura da usare per la ricerca di se, la tela come una  porta sul proprio orizzonte interiore . Un percorso di autocoscienza intrapreso sin da ragazza. Numerose sono le manifestazioni artistiche a cui Rosa partecipa. I suoi lavori sono presentati nel mercato italiano ed estero  e occupano posti di pregio in molteplici collezioni private.

001

002

003

004

005

006

007

008

017

Certificato di quotazione c

POETICA NELL’ASSOLUTEZZA METAFISICA a cura dello Storico e critico d’arte Carla d’Aquino Mineo

C’è un’unità che armonizza gli splendidi dipinti dell’artista Rosa Mininni: la spiritualità. E’ una spiritualità di stampo neo-quattrocentesca e simbolico-espressionista in un’aura di aurorale purezza. Mininni ama le atmosfere rarefatte ed i colori intensi che si stemperano negli aloni di una luminosità trascendentale, mentre le forme si stagliano con icastica nitidezza. Ecco perché, tutta la pittura della Mininni ha una forte connotazione interiore e ci si sente trasportati in un’altra dimensione che non può prescindere dallo stato d’animo di chi la guarda. I paesaggi in particolare, seguono ritmi rarefatti nei chiarori soffusi, dove il quoziente simbolico è evidentissimo, mentre l’albero solitario primeggia in una spazialità che sfuma verso l’infinito. Tutto porta ad un clima di metafisica assolutezza, dove il lievito spirituale ci richiama a qualcosa che è al di là: non si ferma all’evidenza del reale nella pura fisicità, ma soavemente ci conduce con afflato poetico nella totale armonia universale per un nuovo linguaggio d’arte nella storia dell’arte italiana.

Testo critico Archivio Storico dell'Arte Italiana

IL PURGATORIO DANTESCO NEI DIPINTI DELL’ARTISTA ROSA MININNI 

Il poema universale della Divina Commedia, di gusto tipicamente medievale interpreta la
narrazione del viaggio che Dante immagina di aver compiuto, attraverso i regni dell’Oltre tomba,
fino all’Empireo, dov’esso termina con la visione beatifica di Dio. Ed è un viaggio che assume un
significato allegorico nella purificazione dell’anima umana e nella consapevole espiazione per
tendere alla beatitudine celeste, quindi, alla visione di Dio. Ecco che allora, l’apparizione della
montagna del Purgatorio conduce le anime alla loro purificazione, percorrendo un faticoso
cammino nell’espiazione, riflessione e pentimento per ottenere la concretezza delle virtù opposte
ai sette peccati capitali negli amori viziati. L’ispirazione dantesca suscita un’evidente ricerca
pittorica dell’artista e poetessa Rosa Mininni, dove la pittura si presenta fortemente introspettiva,
svelando negli splendidi dipinti immagini che colgono il mutare di stati d’animo nella
contemplazione con passionale partecipazione al variare di stagioni ed atmosfere nelle armonie
universali e nelle spettacolari scenografie della natura, mentre l’intenso cromatismo è dotato di un
forte quoziente simbolico nell’atavica riflessione di una condizione esistenziale che l’autrice vuole
ricondurre ad un’armoniosa conciliazione con un’apertura di spiritualità. Così, il brillante
colorismo ad ampie campiture è legato ad un parallelismo espressivo costante nel simbolismo per
svelare un viaggio ideale dell’immaginazione, dove il linguaggio cromatico pervade ogni dipinto dell’artista Rosa Mininni, indicando nella meditazione una trasmissione di sentimenti, mentre il pathos fluisce nei rossi fiammeggianti dell’orizzonte come riflesso speculare dell’anima che tende nel rinnovamento morale alla trascendenza dell’infinito per un nuovo linguaggio d’arte nella storia dell’arte italiana ed internazionale.

Purgatorio dantesco - testo critico

IL PARADISO DANTESCO NEI DIPINTI DELL’ARTISTA ROSA MININNI 

I Grandi Autori del '900

Cofanetto d'Arte

001

002

003

004

005

006

007

008

009

010

011

012

013

014

015

016

017

018

019

020

021

022

023

024

025

026

027

028

029

030

031

032

033

034

035

036

037

038

039

040

041

042

043

044

046

047

048

049

050

051

052

053

054

055

056

057

058

059

060

061

062

063

064

PREMIO - Leonardo Da Vinci - L'arte tra natura e scienza 2021

I grandi Autori del '900 I protagonisti della storia