STORIA E PROTAGONISTI

001

002

I PROTAGONISTI DELLA STORIA a cura del critico letterario e di arti visive Carla d’Aquino Mineo

L’archivio Storico Universale delle Belle Arti del Centro Accademico Maison d’Art di Padova presenta una significativa documentazione artistica e culturale con dati informativi ed immagini dei PROTAGONISTI DELLA STORIA, che rappresentano uno spaccato significativo degli alti valori artistici nella nostra attualità, aprendo una nuova via alla creatività sulle orme del passato storico con opere autentiche e di qualità. In tale ambito, quindi, si colloca la visibilità delle loro creazioni che si distinguono nel genio e nella creatività, offrendo un quadro variegato dell’arte pittorica e scultorea al pubblico internazionale. Così, saranno notate, talune affinità, ma anche non poche differenze, in un panorama eclettico, ormai internazionale del linguaggio artistico, dove si potrà constatare, quanto nuovo lessico c’è tra gli artisti e come alcun PROTAGONISTA D’OGGI proponga espressioni d’arte di una nuova contemporaneità sulle grandi linee della storia.

Foto Dario Mazzoli

Dario Mazzoli – Emilia Romagna

BIOGRAFIA

Inizia a dipingere fin da giovanissimo, da autodidatta Dario Mazzoli elabora il movimento dell’Ottocento italiano, tramite un’osservazione dettagliata del vero, usufruendo della tecnica ad olio ed attraverso lo studio della realtà, sviluppa una rappresentazione conforme alla natura che evidenzia magistralmente luci, colori e riflessi. Mazzoli si esprime seguendo il movimento verista che personalizza magistralmente con audacia creativa e maestria tecnica. L’Archivio Storico Universale delle Belle Arti del Centro Accademico Maison d’Art di Padova gli ha conferito il DIPLOMA HONORIS CAUSA DI MAESTRO D’ARTE per meriti artistici e per la diffusione della cultura artistica in ambito nazionale ed internazionale.

021

020

018

017

010

009

004

002

001

Diploma Honoris Causa naestro d'Arte

mostra Dario Mazzoli

001

001

Gianni Balzanella – Capua – Roma

BIOGRAFIA

Nasce a Capua ma pochi giorni dopo sarà a Venezia. Fino all’età di 22 anni vivrà, assieme ai suoi genitori, in diversi altri luoghi come La Spezia, Taranto, Brindisi, Augusta, Napoli maturando conoscenza di costumi e abitudini di diverse genti d’Italia.

Laureatosi brillantemente in “FISICA a orient. nucleare” all’università di Napoli, lascia la ricerca a seguito della perdita improvvisa e prematura del padre. Diviene professore. La sua inquieta indole, come espressione della sua poliedricità, lo porta presto a divenire un appassionato e profondo studioso dell’Arte pittorica e dei suoi inscindibili legami con la Fisica delle onde e con la Geometria euclidea. Dal 1978 dipinge e compie viaggi in Italia e all’estero per trovarsi di fronte ad innumerevoli opere dei grandi maestri del passato e studiarle, senza intermediazioni fotografiche e interpretazioni altrui. La sua vecchia, giovanile passione per l’impressionismo francese è messa alla prova nel confronto con le altre espressioni pittoriche. Matura visione, stile pittorico e forma espressiva personali. Gli studi tecnico-scientifici giovanili, lo aiutano a sintetizzare, nel processo pittorico, il cromatismo e l’armonia delle forme della natura e la sua spettacolarità. Nei suoi dipinti il paesaggio è sentimento, più che ragione, è emozione romantica, è stupore e trasporto per le atmosfere cui un’ineffabile e misteriosa regia divina sa dare corpo e sostanza, componendo quel “microscopico” che egli ha tanto studiato, in un “macroscopico” che sa essere puro spettacolo. Nelle sue opere non il ”nuovo ad ogni costo” ma le atmosfere della natura che “sente vibrare in sé e intensamente vive. Di lui è stato scritto:”… come se l’urgenza di trasmettere al mondo le proprie sensazioni, avesse guidato la sua mano sulla tela, una tela che e’ diventata, ora, non soltanto un mezzo, ma il luogo d’incontro tra materia e pulsioni risalenti dal profondo dell’anima”..…

Oggi vive e lavora a Capua e a Roma, innumerevoli le sue mostre, molte le pubblicazioni. Numerose le attestazioni, le targhe e i riconoscimenti alla sua pittura. E’ membro onorario della Compagnia dell’arte di Camogli e di molte altre associazioni artistiche e culturali.

001

002

003

004

005

006

007

008

009

Diploma Honoris Causa naestro d'Arte

Locandina mostra 92

001

001

Franco Eupili – Roma

BIOGRAFIA

Franco Eupili è nato a Roma il 12 maggio 1940. Dal 1944 al 1950 ha vissuto in sardegna nel paese di Luras, posto al centro della gallura, ricca di boschi di querce da sughero, olivastri, rocce di granito che il vento ha modellato creando magnifiche sculture; le erbe aromatiche, le macchie di cisto, ginepro, mirto, lentischio ed elicistro che emanano i profumi tipici percepiti appena ci si approssima alle coste del nord della sardegna, dove il mare ha le acque trasparenti e i riflessi verde smeraldo. In questi luoghi ha vissuto il maestro un età importante della sua vita e anche dopo, e durante gli studi, tutte le vacanze. Questi sono i luoghi che hanno ispirato la sensibilità, la tensione creativa, la poetica visione della realtà. I suoi dipinti sono frutto dell’immaginazione, ricordo di un mondo passato. Diversi sono i temi della pittura di Franco Eupili. Fiori, nature morte, paesaggi, marine, venezie ed i volti che ti seguono con lo sguardo e sembrano muoversi sulla tela. Notevole successo hanno avuto anche le sue più recenti mostre a Palau, Porto Cervo e a Roma, presso il collegio San Gabriele dove, dopo il successo della mostra ha avuto l’incarico, scelto tra altri scultori, per realizzare due busti in bronzo del fondatore dell’Istituto “Fratel Angelo” ora collocati uno nell’atrio dell’istituto, l’altro nella sala dei professori. Diversi sono i riconoscimenti ed i premi recenti; Roma Sparita 1981, premio Meeting Club 1982 e l’ultimo conferimento del titolo di “Accademico Benemerito” nella sezione arti N. 115/PU-A dell’Accademia Universale “Guglielmo Marconi” in Roma in data 09/11/1983.

Osvaldo Amorosino
Giornalista e critico d’arte
Roma, novembre 1983

002

003

004

005

011

012

008

009

010

Diploma Honoris Causa naestro d'Arte

001

002

Francesca Calzoni – Niardo – Valcamonica

BIOGRAFIA

Francesca Calzoni, alias Fedra è nata il 18 febbraio del 1991 a Breno e risiede a Niardo, un piccolo paesino
della Valcamonica, zona nota per le incisioni rupestri di Capo di Ponte, ma anche per gli affreschi del Romanino. Ha dedicato la vita allo studio, appassionata della natura e tutto ciò che pulsa, senza tregua in questo mondo, il pulsare…si lento o veloce della natura accompagnato
dalla musica, che sia un tango argentino, di Astor Piazzolla o Carlos Gardel, un’emozionale musica del trombettista Louis
Amstrong,o qualsiasi altra musica come sinfonia pittorica. Anche la lettura è una fonte ispiratrice per scrivere testi poetici con i colori dell’anima.

TECNICHE D’ARTE

Decorazione su Fe (ferro), Cu ( rame), mosaico con tecnica diretta e indiretta,
doratura, batik su seta e cotone, pelle uovo.

001

002

003

004

005

007

008

009

010

Diploma Honoris Causa maestro d'Arte

001

001

Fabio Recchia – Levico Terme – Trento

BIOGRAFIA

Fabio Recchia, nato a Levico Terme il 23–12-1953

Residente a Levico Terme TN

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana

Cittadino onorario della città di Hausham – Baviera – Germania

Titoli di studio

  • Diploma Istituto Magistrale A. Rosmini di Trento, 1972
  • Laurea in Farmacia presso Università degli Studi di Padova 1978
  • Direttore della Farmacia Romanese di Levico Terme dal 2001 al 2019

Attività istituzional

  • Consigliere Comunale dal 1990 al 1995
  • Consigliere della Casa di Riposo di Levico Terme dal 1997
  • Presidente della Consulta del Quartiere Stazione di Levico Terme dal 1999 al 2005
  • Revisore dei conti della Piccola Opera di Levico Terme dal 1990 al 1995
  • Consigliere della Piccola Opera dal 1995 al 1998
  • Consigliere del comprensorio C4 Alta Valsugana dal 2001 al 2005
  • assessore della Comunità di Valle Alta Valsugana fino al 2017

Attività sociali e di volontariato

  • Bandista della Banda Cittadina di Levico Terme dal 1967
  • Presidente della Banda Cittadina di Levico Terme dal 1987
  • Consigliere della Federazione dei Corpi Bandistici della Prov. di Trento dal 1987 – 2012
  • Rappresentante della Zona della Valsugana nel Consiglio della Federazione delle Bande della Provincia di Trento dal 1987 al 2012
  • Vice Presidente della Federazione dei Corpi Bandistici della Prov. di Trento dal 1987 al 1999
  • Consigliere della Cooperativa MUSICARTISTA TRENTINA fino al 2003, anno di fine attività della Cooperativa.
  • Presidente del Coro Cima Vezzena di Barco di Levico dal 1990 al 1996
  • Socio Onorario e collaboratore del Coro Cima Vezzena dal 1996
  • Presidente del Centro AUSER di Levico Terme dal 1995
  • Presidente del Centro artistico “GUERNICA” di Pergine Valsugana dal 1987 al 1990
  • Vice presidente del Club “ HOBBISTI di Levico Terme “ dal 2000.
  • Vice presidente dell’Associazione “ CHIARENTANA “ di Levico Terme dal 1990 al 1995
  • Presidente dell’Associazione “AMICI DI HAUSHAM “

Altre Notizie

  • Hobbies: Pittura ( mostre personali e collettive dal 1984, presente nell’archivio del MART di Trento)

Poesia ( pubblicazioni su varie riviste locali e nazionali)

 

PUBBLICAZIONI DI POESIA

La notte più scura fabio recchia Ed. ilmiolibro 2009

Un nome una poesia fabio recchia Ed. ilmiolibro 2009

Riflessione-Reflexion fabio recchia 2009

A come Alfabeto fabio recchia 2010

Sogno-Traum fabio recchia ed. ilmiolibro 2010

Metti una sera…una stella in cielo fabio recchia 2010

Poesie dal cor fabio recchia 2010

Oltre l’orizzonte fabio recchia Ed. Pagine 2011

E venne Natale – fabio recchia 2012

Ecce Homo fabio recchia 2015

In principio era il Verbo fabio recchia Ed. ilmiolibro 2016

Le attese fabio recchia Guido Miano Editore – Milano 2016

Attimi – fabio recchia – Ed. ilmiolibro 2016

Poesie a due mani – fabio recchia & gianpaolo conci Ed. ilmiolibro 2016

Il cassetto dei ricordi – Fabio Recchia ed. ilmiolibro.it

Giochi di luce -Guido Miano Editore – milano 2017

In viaggio con la Poesia di Fabio Recchia – MAGI editore 2017

Mails – Poesie –fFabio recchia & gianpoaolo conci – Ed. ilmiolibro.it 2017

In viaggio con Fabio Recchia MAGI EDITORE 2017

I colori delle parole MAGI editore 2017

Giochi di luce Miano editore 2017

Roundtrip fabio recchia- gianpaolo conci

Un amore infinito – Ed. Miano Editore – Milano 2018

Weiss und Blau 2018

Il terzo occhio – Magi Editore 2019

Sintonie – fabio recchie . Gianpaolo conci – Ed. ilmiolibro.it

 

PUBBLICAZIONI DISEGNI E QUADRI

Trentino mese settembre 2011

La Bottega D’artista Ed. Curcu & Genovese 2015

Immagini e Parole ed. Pagine 2016

Segnali – artisti contemporanei Ed. Pirella Genova 1986

Artisti della Valsugana

Scenari – Ed. Pagine 2017

Immagini in Mostra – Ed. Pagine

 

ANTOLOGIE POETICHE

Geometrie “ Nord-Sud “ ed A.S.T.A.A. 1990-1991

Immagini- seconda antologia poetica Ed. Pagine 2012

Strenna Trentina 2012

Il Parnaso n. 7– antologia ed. Pagine 2013

I poeti contemporanei n.43 Ed. Pagine 2013

Le pagine del poeta antologia Ed. pagine 2013

L’agenda dei poeti 2013 Ed. OTMA

Poeti contemporanei n.18 – antologia Ed. Pagine 2013

Poeti e Poesia riv. Intern. n. 33 dic. 2014 recensione Ed. Pagine

Poeti e poesia n. 32 agosto 2014 Ed. Pagine

Antologia 25a ed. premio poesia R. Joppolo Ed. Ma.Gi 2014

Il federiciano 2014 antologia Ed. Aletti 2014

Sentire n. 54 – antologia + cd Ed. Pagine 2014

Alcyone 2000 n.7 Ed Guido Miano

Le pagine del poeta antologia Ed. pagine 2015

Verrà il mattino e avrà un tuo verso vol. XII ant.Ed. Aletti 2015

Melancholy collection Poetry Ed. Rupe Mutevole 2015

Magnolia fabio recchia – Di Marco Ed. Pagine n.5 2015

Alcione 2000 n.8 Ed. Guido Miano

Poeti e poesia n. 37 aprile 2016 Ed Pagine

Poeti e poesia n. 39 dic. 2016 Ed Pagine

Alcyone 2000 n.9 Ed. Guido Miano 2016

Strade di poesie 5a tappa MaGi Editore2017

Strade di poesia 7a Tappa MAGI Editore 2017

Strade di poesia 8a Tappa MAGI Editore 2017

Strade di Poesia 9a Tappa poeti al giubileo della misericordia Ed MAGI 2017

Strade di poesia -Poesie nella bassa padana 2017 MaGi Editore

Geometrie “ Nord-Sud “ ed A.S.T.A.A. 1990-1991

Immagini- seconda antologia poetica Ed. Pagine 2012

Strenna Trentina 2012

Il Parnaso n. 7– antologia ed. Pagine 2013

I poeti contemporanei n.43 Ed. Pagine 2013

Le pagine del poeta antologia Ed. pagine 2013

L’agenda dei poeti 2013 Ed. OTMA

Poeti contemporanei n.18 – antologia Ed. Pagine 2013

Poeti e Poesia riv. Intern. n. 33 dic. 2014 recensione Ed. Pagine

Poeti e poesia n. 32 agosto 2014 Ed. Pagine

Antologia 25a ed. premio poesia R. Joppolo Ed. Ma.Gi 2014

Il federiciano 2014 antologia Ed. Aletti 2014

Sentire n. 54 – antologia + cd Ed. Pagine 2014

Alcyone 2000 n.7 Ed Guido Miano

Le pagine del poeta antologia Ed. pagine 2015

Verrà il mattino e avrà un tuo verso vol. XII ant.Ed. Aletti 2015

Melancholy collection Poetry Ed. Rupe Mutevole 2015

Magnolia fabio recchia – Di Marco Ed. Pagine n.5 2015

Alcione 2000 n.8 Ed. Guido Miano

Poeti e poesia n. 37 aprile 2016 Ed Pagine

Poeti e poesia n. 39 dic. 2016 Ed Pagine

Alcyone 2000 n.9 Ed. Guido Miano 2016

Strade di poesie 5a tappa MaGi Editore2017

Strade di poesia 7a Tappa MAGI Editore 2017

Strade di poesia 8a Tappa MAGI Editore 2017

Strade di Poesia 9a Tappa poeti al giubileo della misericordia Ed MAGI 2017

Strade di poesia -Poesie nella bassa padana 2017 MaGi Editore

Strade di poesia 1,2,3,4,5,6,7,8,9,,10,11 Tappa 2019

Alcyone 2000 n.9 Guido Miano Editore

Alcyone 2000 n.11 Guido Miano Editore

Emozioni – Ed. Pafgine 2019

Note – Ed. Pagine 2019

 

MOSTRE PERSONALI

1982 – GALLERIA “ 2 EFFE “ – TRENTO

1984 – MOSTRA PALAZZO TERME LEVICO

- CENTRO D’ARTE “ LA FONTE “ CALDONAZZO –TN

- SALA “ LA FONTE ANTICA “ DI PEJO – TN

1985 – GALLERIA VERDINI – PERGINE VALSUGANA

1987 – GALLERIA FALCHI – LEVICO TERME

1994 – SALA BANDA CITTADINA LEVICO TERME

1996 – SALA BANDA CITTADINA –ICONE SACRE

2001 – MOSTRA VILLA S. IGNAZIO – TRENTO

2009 – PERSONALE AD HAUSHAM – GERMANIA

2018 -PERSONALE AD HAUSHAM – GERMANIA

2019 – LEVICO TERME

2019 – PERSONALE AD HAUSHAM – GERMANIA

MOSTRE COLLETTIVE

1981 – HOTEL TRENTO- ASTA DI BENEFICENZA C.R.I..

- IVa A MOSTRA “ LEVICO PROPONE “

1982 – V a MOSTRA “ LEVICO PROPONE “

- I a MOSTRA “ I PORTICI “ A BORGO VALSUGANA

1983 – MOSTRA A.I.D.O. HOTEL TRENTO -TN

- XVI A MOSTRA DI VIA TRANSFORIO DI ARCO – TN

- CORNICE APERTA VIA SUFFRAGIO TRENTO

- IIa MOSTRA “ I PORTICI “ A BORGO VALSUGANA

1984 – Ia MOSTRA I PITTORI ALTA VALSUGANA

- MOSTRA SALA MAYER – PERGINE VALSUGANA

1985 – MOSTRA SALA MAYER A PERGINE VALSUGANA

1987 – MOSTRA PALAZZO DELLA REGIONE A TRENTO

- COLLETTIVA – PALAZZO DUCALE – CERTALDO ( TOSCANA)

- COLLETTIVA A VENEZIA

1989 – MOSTRA c/o ALBERGO ACLER – LEVICO TERME

2005 – MOSTRA SALA DEI CENTO A LEVICO TERME

2007 – MOSTRA SALA DEI CENTO A LEVICO TERME

2008 – AFRIKAN RAFIKI – ARTISTI PER L’AFRICA – TN

2009 – MOSTRA BENEFICENZA FOLGARIA

2017 – MOSTRA A CALDONAZZO

2019 – COLLETTIVA A CANZOLINO

2019 – PERSONALE A LEVICO TERME

2019 – IMMAGINI IN MOSTRA – Palazzo Ferrajoli – ROMA

2020 – “ ALLA RICERCA DEL SUBLIME Galleria ARTtime – UDINE

Presente nell’archivio del MART di Trento)

– HA PUBBLICATO ILLUSTRANDO UN LIBRO “IMMAGINI E POESIE “ CON IL POETA MAURIZIO FRAIZINGHER

– OPERE SACRE SONO PRESENTI PRESSO LA CHIESA DI SANTA GIULIANA E DI BARCO DI LEVICO TERME, PRESSO LA PARROCCHIA DI CALDONAZZO E SULLA FACCIATA DI CASA FONTANA IN VIA DE GASPARRI 6 A LEVICO TERME

– PRESSO LA SEDE DELLA BANDA DI LEVICO TERME E DEL CORO CIMA VEZZENA DI BARCO SONO PRESENTI NUMEROSE SUE OPERE.

– POESIE SONO STATE PUBBLICATE SU ALMANACCO TRENTINO

–HA PUBBLICATO NEL 2009 IL LIBRO “ RIFLESSIONE – REFLEXION – CON POESIE IN ITALIANO-TEDESCO-DIALETTO, CON ILLUSTRAZIONI PITTORICHE E FOTOGRAFICHE

– HA PUBBLICATO ILLUSTRANDO UN LIBRO “IMMAGINI E POESIE “ CON IL POETA MAURIZIO FRAIZINGHER

– OPERE SACRE SONO PRESENTI PRESSO LA CHIESA DI SANTA GIULIANA E DI BARCO DI LEVICO TERME, PRESSO LA PARROCCHIA DI CALDONAZZO E SULLA FACCIATA DI CASA FONTANA IN VIA DE GASPARRI 6 A LEVICO TERME

– PRESSO LA SEDE DELLA BANDA DI LEVICO TERME E DEL CORO CIMA VEZZENA DI BARCO SONO PRESENTI NUMEROSE SUE OPERE.

– POESIE SONO STATE PUBBLICATE SU ALMANACCO TRENTINO

001

002

003

004

005

006

007

008

009

Diploma Honoris Causa maestro d'Arte

001

001

Angelo Dottori – Bastia Umbra – Assisi

BIOGRAFIA

001

002

003

004

005

006

007

008

009

Diploma Honoris Causa maestro d'Arte

001

001

Vittorio Mostardi – Cascina – Pisa

BIOGRAFIA

Vittorio Mostardi, è nato a Pisa, e vive e lavora in Cascina (Pi). Ha sempre amato l’arte in tutte le sue espressioni più belle, perché trova che sia una forma di evasione spirituale che eleva l’uomo al di sopra di ogni altra creatura, superando la tangibilità realistica delle cose per la ricerca del divino e di valori etici, come espressione di una donazione d’amore nel messaggio artistico. La pittura, è sempre stata una modalità tecnica-espressiva congeniale alla sua ispirazione artistica, perché interpreta le sue emozioni nell’immediatezza pittorica con un libero, quanto, lirico sentimento del mondo visibile ed evocativo che trascende il tempo in un’armonia globale di luci e colori come sinfonia. Dopo 42 anni nella Pubblica Amministrazione in qualità di Uff./le di Polizia Municipale a Pisa, oggi può rivolgere il suo interesse alla pittura con maggiore impegno per narrare in forma figurativa il suo diario di vita.

001

010

003

004

005

006

007

008

009

Diploma Honoris Causa maestro d'Arte

001

004

Francesca Coletti – Milano

BIOGRAFIA

A cura di Ludovica Sagnelli :
Critico D’arte
Francesca Coletti nasce a Bari, ma vive e lavora a Milano, da giovanissima si avvicina al mondo della pittura – poesia
 Ha sempre lavorato mantenendosi agli
studi. Il suo lavoro come artigiana l’ha portata alla sperimentazione di varie forme d’arte e non ha
mai abbandonato la sua personale sperimentazione artistica fino alla realizzazione di opere uniche
in cui la natura è il tema dominante. L’amore per l’arte la sprona a frequentare il corso di
“Arteterapia” ( corso sperimentale) Partecipa a numerose mostre ed esposizioni incontrando il
favore del pubblico. La prima mostra personale  allo spazio “Seicentro” di Milano
Alla Galleria “Il Collezionista” di Roma in una mostra
itinerante ha portato le sue creazioni tra Roma, Barcellona, Berlino e Parigi. Negli ultimi anni ha
preso parte alle esposizioni dell’associazione culturale “Ars Mea” esponendo opere e leggendo
poesie in occasione delle mostre “Artisticamente donna” e “Alpini. Storie di guerra Storie di pace”.
La sua ultima creatura è un libro: “La nostra storia…colori dell’anima” che raccoglie le sue poesie ed è in continuo dialogo con le sue tele.
L’arte di Francesca tra poesia e pittura, regno ideale e inattingibile in cui esce dalla realtà angusta
del mondo. Regno di bellezza. Riflesso del sogno.
Le sue serie: “Albero della Vita”, “Madre Natura” e “Emozioni”, raccontano una natura viva nel
sogno di una realtà terrena raccontata dalle sue poesie.
Il racconto inizia dal lato emotivo della realtà, in quella realtà dove l’artista comunica il suo stare al
mondo
Nella serie Albero della Vita, al centro della composizione vi è l’albero come elemento della nostra esistenza, fermo dove la natura lo ha creato, ma vivo più che mai nelle sue svariate forme, che si adatta all’ambiente circostante, senza mai mutare la sua essenza, che perde le foglie ma non l’energia di rifiorire carico di frutti.
Questa continua conversazione tra terra e cielo, tra la solidità delle radici e l’ignoto del cielo porta l’artista ad un mondo di luce: un naturalismo contemplativo e spiritualizzato, che ci riporta all’amore verso la
natura, verso ciò che ci ha generato messo al mondo. Le figure femminili presenti sono delle sirene,
che ricordano il passare del tempo, sembra vogliano cantarci e trascinarci in un vortice ma in realtà
è il pacifico silenzio della natura a rapirci.
I colori dell’anima che prevalgono in Madre Natura sono onirici e
vibranti. Le brillanti pennellate indicano le zone chiare e
definiscono nello stesso tempo le forme. La dosatura dei colori: il
rosso con il verde, l’azzurro con l’arancione, il giallo con il violetto
rendono l’atmosfera dolce, quella
dolcezza che chiediamo a Madre
Natura.
L’armonia più grande nell’intensità
più forte è questa la cifra stilistica
che Francesca mette nella serie di
opere Emozioni dove porta con sé
la lucidità e la cecità di un innamorato delle sue esperienze, porta
alla luce la materia di cui è fatta l’anima.
Ciascuno dei suoi tratti è un’articolazione indispensabile della forma, ognuna delle sue linee la testimonianza di un’energia accumulata e così tesa da credere di sentirla vibrare ancora a lungo
dopo l’emozione che l’ha fatta nascere.
Le sue opere e le sue poesie sono una dolcissima forma espressiva in un linguaggio semplice ma
mai banale che testimonia l’acutezza di visione. Esse esprimono l’essere di carne ed ossa, e insieme
la donna attenta e riflessiva. La sua arte è un’arte espressiva in cui la comunicazione arriva dritta al cuore.
001
002
003
004
005
006
007
008
009
Diploma Honoris Causa naestro d'Arte
 001
 004
Paolo Tesser – Treviso
BIOGRAFIA 
L’ultimo ventennio della parabola creativa di Paolo Tesser è caratterizzato da opere di intensa forza espressiva, cromatismi estremi, anche se pur sempre armonici, a rappresentare uno stato d’animo dinamico e dai sentimenti tensivi. E’ di estrema rilevanza l’opera svolta nel periodo 2004-2012 che l’artista definisce con il tema “il ciclo della vita”, un insieme di 30 tele per una superficie complessiva di 14 mq, in cui viene raccontato, in modo molto introspettivo ed attraverso un percorso di immagini concentriche, il cammino vitale dell’essere umano, dalla genesi alla morte. Attualmente Paolo Tesser sta sviluppando l’attività artistica con molto impegno e produttività, ispirato da un entusiasmo rinnovato e carico di energia espressiva che si augura potrà produrre opere di sempre maggior qualità.
001
002
003
004
005
006
007
008
009
Diploma Honoris Causa maestro d'Arte
001
001
Salvatore Tedde – Ittiri – Sassari
BIOGRAFIA
Pittore, poeta scrittore e professore Sardo, davanti ad un paesaggio, con tela, pennelli e colori, trova il suo massimo piacere. Già dalle prime sperimentazioni, con il trattamento della spatola, ottiene risultati positivi. Una costante meditazione lo spinge verso nuove espressioni. La sperimentazione della ricerca rappresenta assieme alla lettura tecnico scientifica lo stimolo vivo della sua creatività, la guida futura del promettente artista.

Come la melodia è, per la prospettiva, la creazione delle forme, così l’armonia è, per il contenuto cromatico, il ritmo, la rottura, l’interruzione dei lineamenti geometrici delle figure, gli accordi, le ombre, le luci, i toni, i timbri. Quando abbiamo impresso nella nostra memoria e nella manualità questa fusione strutturale, forse non saremo dei geni, ma almeno maestri maturi per le successive fasi artistiche.”

Dai primi degli anni 70 tiene numerose mostre sia in ambito Regionale, che Nazionale ed Internazionale. Solo per citare le più recenti nel 2012 ha esposto a Milano, Torino e Berlino.

La pittura di Tedde è orientata verso un Espressionismo molto personale, il contrasto fra zone d’intonazione cupa e bassa e altre di tonalità calda e accesa. Le sue rappresentazioni rivelano una capacità cromatica compositiva di notevole rilevanza e valenza artistica unitamente ad una pennellata e una mano sensata nella stesura coloristica. La sua sintesi mostra una crescente potenza e libertà espressiva, questo si rileva maggiormente nei quadri di figura. L’artista sa bene definire i caratteri umani, insistendo sui particolari degli sguardi. Un maestro d’arte che nel colore riesce a tracciare l’energia, la vita. Prof. Carla Marino

L’artista è uno studioso di letteratura artistica figurativa, le sue opere esprimono gli stile dell’astrattismo, dell’espressionismo e dell’informale italiano. Da vita nel 2010, fissando un primato mondiale, gli stili LA MUSA ITALIANA e l’ ESPRESSIONISMO LA MUSA. Tedde è inoltre un apprezzato compositore di motivi in italiano e compositore canoro di Ballo Sardo.

La grande innovazione ed originalità di Tedde sta nella creazione delle SEZIONI artistiche in cui inserisce le sue opere e nella teorizzazione dello stile LA MUSA, uno stile non solo artistico, ma anche letterario che il Maestro esprime nella assoluta singolarità delle sue opere, uniche al mondo.

001

002

003

004

005

006

007

008

009

Diploma Honoris Causa maestro d'Arte