SALVATORE TEDDE

001

001

Salvatore Tedde – Ittiri – Sassari

BIOGRAFIA

Pittore, poeta scrittore e professore Sardo, davanti ad un paesaggio, con tela, pennelli e colori, trova il suo massimo piacere. Già dalle prime sperimentazioni, con il trattamento della spatola, ottiene risultati positivi. Una costante meditazione lo spinge verso nuove espressioni. La sperimentazione della ricerca rappresenta assieme alla lettura tecnico scientifica lo stimolo vivo della sua creatività, la guida futura del promettente artista.

“Come la melodia è, per la prospettiva, la creazione delle forme, così l’armonia è, per il contenuto cromatico, il ritmo, la rottura, l’interruzione dei lineamenti geometrici delle figure, gli accordi, le ombre, le luci, i toni, i timbri. Quando abbiamo impresso nella nostra memoria e nella manualità questa fusione strutturale, forse non saremo dei geni, ma almeno maestri maturi per le successive fasi artistiche.”

Dai primi degli anni 70 tiene numerose mostre sia in ambito Regionale, che Nazionale ed Internazionale. Solo per citare le più recenti nel 2012 ha esposto a Milano, Torino e Berlino.

La pittura di Tedde è orientata verso un Espressionismo molto personale, il contrasto fra zone d’intonazione cupa e bassa e altre di tonalità calda e accesa. Le sue rappresentazioni rivelano una capacità cromatica compositiva di notevole rilevanza e valenza artistica unitamente ad una pennellata e una mano sensata nella stesura coloristica. La sua sintesi mostra una crescente potenza e libertà espressiva, questo si rileva maggiormente nei quadri di figura. L’artista sa bene definire i caratteri umani, insistendo sui particolari degli sguardi. Un maestro d’arte che nel colore riesce a tracciare l’energia, la vita. Prof. Carla Marino

L’artista è uno studioso di letteratura artistica figurativa, le sue opere esprimono gli stile dell’astrattismo, dell’espressionismo e dell’informale italiano. Da vita nel 2010, fissando un primato mondiale, gli stili LA MUSA ITALIANA e l’ ESPRESSIONISMO LA MUSA. Tedde è inoltre un apprezzato compositore di motivi in italiano e compositore canoro di Ballo Sardo.

La grande innovazione ed originalità di Tedde sta nella creazione delle SEZIONI artistiche in cui inserisce le sue opere e nella teorizzazione dello stile LA MUSA, uno stile non solo artistico, ma anche letterario che il Maestro esprime nella assoluta singolarità delle sue opere, uniche al mondo.

001

002

004

005

006

007

009

001

030

Diploma Archivio Storico dell'Arte Italiana

Invito al collezionismo - quotazione opere d'arte con testo critico

MOVIMENTI ARTISTICI NELLA STORIA DELL’ARTE

Salvatore Tedde – l’Espressionismo Italiano – La Musa Italiana – e l’Espressionismo di Edvard Munch

Individuo e natura, ragione e sentimento ispirano una nuova realtà che è alla radice di due storici movimenti artistici che si coniugano nell’Espressionismo di Edvard Munch con quello del maestro Salvatore Tedde l’Espressionismo Italiano – La Musa Italiana – , dove i dati figurali indicano metafore, immagini e simboli nel colore che è, soprattutto, anche luce. Una luce trascendentale che armonizza nell’unità concettuale le visioni, in cui la realtà oggettiva e naturale non è soltanto estetica, ma l’espressione di una deformazione di moti d’animo prodotta dall’emotività interiore per sostituire all’estetica delle “forme” una dialettica formale. Così, tendenze artistiche apparentemente contrastanti convergono nella sintesi espressiva per giungere ad un lirico simbolismo, materializzando fattori psicologici nei flussi di colore con una straordinaria energia psichica nella presenza carismatica di intense tonalità su gradazioni di rosso e gialli solari. Esse racchiudono la poesia ed il succo dello spirito creativo del maestro Salvatore Tedde che ci conduce, impercettibilmente verso un mondo ancora incontaminato nell’armonia di forme pure, mentre sublima la pittura nella storia dell’arte internazionale.

001

MUNCH

Edvard Munch (1863 – 1944) Adalsbruk – Norvegia – Oslo – Norvegia

001

002

003

004

005

006

007

008

009

010

011

012