Onofri Maria Rita

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

L’artista Maria Rita Onofrio vive ed opera a Roma

Cell. 349.8318809

e-mail: mariaritaonofri@gmail.com

www.mariaritaonofri.it

Attestato Archiviazione 2019 per sito

Maria Rita Onofrio - Roma - Tra cielo e terra, l’universo appare onirico, ma esistente nell’immensa varietà dei momenti vissuti, dove “l’abbraccio” simboleggia un’armonia universale che svela un sentimento di compartecipazione emotiva con la natura, linfa vitale che regola le leggi di un perenne divenire per rivelarsi una sospesa, quanto, sognante astrazione lirica nelle chiare e raffinate tonalità per un nuovo filone d’arte.

Carla d’Aquino Mineo

BIOGRAFIA

Sono pittrice, scultrice, orafo. Come incipit della mia storia artistica uso spesso una metafora: “sono nata nel colore”  e in questa frase racchiudo tutta la mia infanzia, quando guardavo mia madre e mi sentivo in simbiosi con lei esprimendo anche io con i miei  pochi colori me stessa.Ormai adulta, dopo anni di studi, utilizzo nella pittura una tecnica che nasce dalla padronanza  della lavorazione dei metalli per costruire accenti e sfumature tridimensionali, per uscire così dalla consueta rappresentazione bidimensionale del “quadro” ed entrare, in punta di piedi, nella tradizione del bassorilievo, rivisitato con una nuova ottica. Il mio soggetto preferito è la natura nelle sue molteplici sfaccettature, dal mondo animale, (uomo compreso) a quello vegetale, alberi, cieli, fiori e piante …”
Il dualismo di Maria Rita Onofri, come pittrice e scultrice, si riscontra nelle sue opere in cui la  materia è sostanza, ingrediente fondamentale. Per l’artista la materia non è solo il bronzo delle sculture, ma anche il gesso delle sue pitture, il carboncino che traccia il segno, la corda che sostiene il colore. Il tutto per dare la possibilità di attingere ad una maggiore forza sensoriale ed espressiva.

BIOGRAPHY

I am a painter, sculptor, goldsmith. As an incipit of my artistic history I often use a metaphor: “I was born in color” and in this sentence I enclose all my childhood, when I looked at my mother and I felt in symbiosis with her expressing myself with my few colors myself. adult, after years of studies, I use a technique in painting that comes from the mastery of metalworking to build accents and three-dimensional nuances, to get out of the usual two-dimensional representation of the “picture” and enter, on tiptoe, into the tradition of bas-relief , revisited with a new look. My favorite subject is nature in its many facets, from the animal world (including man) to the vegetable world, trees, skies, flowers and plants … ”
The dualism of Maria Rita Onofri, as a painter and sculptor, is found in her works in which matter is substance, fundamental ingredient. For the artist, the material is not only the bronze of the sculptures, but also the plaster of his paintings, the charcoal that traces the sign, the rope that supports the color. All to give the possibility to draw on a greater sensory and expressive strength.