Category Archives: Pittori

Marrocu Andrea

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

Il maestro Andrea Marrocu vive ed opera a Roma

Cell. 331.7155790

e-mail: andreamarrocu40@gmail.com

www.andreamarrocu.com

Attestato Archiviazione 2020

BIOGRAFIA

Andrea Marrocu vive ed opera a Roma. Tecnico della radiologia operante nell’ospedale in Radioterapia, da diversi anni coltiva la passione per l’arte partecipando ad eventi su scala nazionale ed internazionale riscuotendo sempre plauso e successo di critica per l’originalità e la bellezza delle sue opere d’arte.

RASSEGNE D’ARTE

2014
Biennale Internazionale del Quadro e della Scultura – Scuola della Carità,   Padova
Arte Fiera – Padova
Biennale Europea dell’Arte – Padova
Mostra personale – Galleria Maison d’Art via Cesare Battisti 77 – Padova

2015
Dipinti d’Autore – Scoletta San Zaccaria – Venezia

Rassegna nazionale Tra Arte e Turismo – Oratorio della Barchessa di Limena (PD)

BIBLIOGRAFIA

Catalogo “Biennale Internazionale del Quadro e della Scultura” Archivio Monografico dell’Arte Italiana – Maison d’Art – Padova

Enciclopedia Europea dell’arte Moderna ai giorni d’oggi – Archivio Monografico dell’Arte Italiana – Maison d’Art – Padova

 

Credo nella forza dei colori, nelle mie tele voglio assolutamente che ogni colore sia protagonista e nessuno sovrasta l’altro…

Credo che tutti i colori abbiamo qualcosa da dire e un loro modo di stupire gli occhi di chi guarda, basta metterli nel modo giusto.

                                                                                                                                                                                    Andrea Marrocu

BIOGRAPHY

Andrea Marrocu lives and works in Rome. Radiology technician operating in the Radiotherapy hospital, for several years he has cultivated a passion for art by participating in events on a national and international scale, always receiving applause and critical acclaim for the originality and beauty of his works of art.

ART REVIEWS

2014
International Biennial of Painting and Sculpture – School of Charity, Padua
Arte Fiera – Padua
European Biennial of Art – Padua
Personal exhibition – Maison d’Art Gallery via Cesare Battisti 77 – Padua

2015
Author Paintings – Scoletta San Zaccaria – Venice

National Exhibition Between Art and Tourism – Oratorio della Barchessa di Limena (PD)

BIBLIOGRAPHY

Catalog “International Biennial of Painting and Sculpture” Monographic Archive of Italian Art – Maison d’Art – Padua

European Encyclopedia of Modern Art in the present day – Monographic Archive of Italian Art – Maison d’Art – Padua

I believe in the power of colors, in my paintings I absolutely want each color to be the protagonist and no one stands above the other …

I believe that all colors have something to say and their way of surprising the eyes of the beholder, just put them in the right way.

Andrea Marrocu

 

Cantoni Luciano

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

Il maestro Luciano Cantoni vive ed opera a Cesena

Cell. 338.6875600

e-mail: luciano.contoni.cesena@gmail.com

Attestato Archiviazione 2020

BIOGRAFIA

Luciano Cantoni, artista cesenate, è cresciuto nell’arte in ambiente familiare e si è dedicato alla pittura a olio sin dall’età giovanile.
Nella sua ricerca predilige la figura ed il volto femminili, trattati mediante un segno grafico delicato, che pare sfumarsi sulla tela, elargendo particolari emozionali.
La sua è una pittura sensuale, che porta ad un dialogo profondo con chi osserva. 
Melanconica espressività nelle donne che raffigura, travagliate dalla trama fitta della juta, in un figurativismo che si rifà agli schizzi rinascimentali. I particolari essenzializzano il soggetto, le cromie sono oniriche, sfumate, colori dell’introspezione che aprono e chiudono percorsi interpretativi infiniti, attraverso un’erosione eziologica. 
Partecipa a numerosi concorsi e mostre collettive e personali in Italia e nelle maggiori capitali europee (fra le ultime  Parigi, Londra, Berlino e Bruxelles)  riscuotendo ampi riconoscimenti di critica e di pubblico.
E’ membro del Consiglio direttivo dell’ADARC,  l’Associazione degli Artisti Cesenati.

BIOGRAPHY

Luciano Cantoni, an artist from Cesena, grew up in art in a family environment and has dedicated himself to oil painting since his youth.
In his research he prefers the female figure and face, treated by means of a delicate graphic sign, which seems to fade on the canvas, giving emotional details.
His is a sensual painting, which leads to a deep dialogue with the viewer.
Melancholic expressiveness in the women he depicts, troubled by the dense texture of jute, in a figurativism that refers to the Renaissance sketches. The details essential the subject, the colors are dreamlike, nuanced, introspection colors that open and close infinite interpretative paths, through an etiological erosion.
He participates in numerous collective and personal competitions and exhibitions in Italy and in the major European capitals (including the latest Paris, London, Berlin and Brussels), receiving wide acclaim from critics and audiences.
He is a member of the board of directors of ADARC, the Association of Cesenati Artists.

Pacini Patrizia

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

L’artista Patrizia Pacini vive ed opera a Firenze

Cell.

e-mail: patrizia_p75@yahoo.it

Attestato Archiviazione 2020

BIOGRAFIA

Patrizia Pacini nasce a Firenze il 12 agosto 1975.
La vibrante percezione della propria energia femminile la spinge a creare e dare
vita ai suoi quadri e alle sue installazioni che spesso richiamano tematiche legate
alla donna, alla spiritualità e alla ricerca di un nuovo modo di scoprire se stessi
attraverso le emozioni che le opere suscitano.
Artista autodidatta, la sua passione per la creatività si è sviluppata nel momento in
cui ha iniziato a rivisitare semplici manichini attraverso l’uso di più tecniche
facendone dei complementi di arredo e lampade con il marchio SuryArt Firenze.
Successivamente si dedica all’astrattismo dove trasmette una sensibilità spiccata
verso la profondità misteriosa della natura umana, una volontà di trasmettere un
messaggio di andare oltre il pragmatismo e la materialità del conosciuto, verso una
ricerca più’ profonda di sé stessi. L’ispirazione nasce dal suo percorso spirituale,
dallo studio e la pratica della filosofia tantrica e ayurvedica, cosi’ come dal taoismo
e della bioenergetica.

BIOGRAPHY

Patrizia Pacini was born in Florence on August 12, 1975.
The vibrant perception of one’s feminine energy pushes her to create and give
life to his paintings and installations that often refer to related issues
to women, to spirituality and to the search for a new way to discover themselves
through the emotions that the works arouse.
Self taught artist, his passion for creativity developed in the moment
which began to revisit simple dummies through the use of multiple techniques
making them furnishing accessories and lamps with the SuryArt Firenze brand.
Subsequently, he devoted himself to abstractionism where he transmitted a marked sensitivity
towards the mysterious depth of human nature, a will to transmit a
message of going beyond the pragmatism and materiality of the known, towards one
deeper search for oneself. The inspiration comes from his spiritual path,
from the study and practice of Tantric and Ayurvedic philosophy, as well as from Taoism
and bioenergetics.

 

Giaudrone Vilma

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

L’artista Vilma Giaudrone in arte Magia vive ed opera a Cuorgnè – Torino

Cell. 335.5477636

Tel. 0124.629745

e-mail: vilma.giaudrone@alice.it

Attestato Archiviazione 2020

BIOGRAFIA

Nata a Cuorgnè (Torino) il 14.03.46, dipinge dal 1956 con successo di critica e pubblico nella sua attività artistica.

Dal 2015 è Presidente del “Centro Culturale Artistico Carlin Bergoglio” di Cuorgnè (TO) del

quale è stata segretario per 8 anni.

Ha riscosso numerosi premi ed è inserita in diversi cataloghi e libri d’arte con recensioni di critici d’arte.

MOSTRE COLLETTIVE ED ESTEMPORANEE:

Dal 2001 al 2015 ha partecipato a n. 120 mostre nei seguenti comuni:

Cuorgnè, Chieri, Favria, Forno Can., Torino, Valperga, Venaria Reale, Ferrara, Brindisi, Salassa,

Levone, Grosseto, Pavone Can., Agliè, Castellamonte, Canischio, Palermo, S.Maurizio, Foglizzo,

Strambino, “Internet Art Fair” e galleria on-line di “Immagine Arte”, Catania, Fiuggi, New York, Tarquinia,

Venezia, Firenze.

MOSTRE PERSONALI:

AOSTA – Sala Espositiva “Torre dei Signori” – Porta Pretoria.

CAPRI – Sala Mostre “Centro Caprense Ignazio Cerio” – Piazzetta Cerio.

BIOGRAPHY

Born in Cuorgnè (Turin) on 14.03.46, she is self-taught and started painting in 1956 and then suspended from 1960 to 2001 for work reasons.

Since 2015 he is President of the “Carlin Bergoglio Artistic Cultural Center” in Cuorgnè (TO) of

which has been secretary for 8 years.

It has received numerous awards and is included in several catalogs and art books with reviews by art critics.

COLLECTIVE AND ESTEMPORANEE EXHIBITIONS:

From 2001 to 2015 he participated in n. 120 exhibitions in the following municipalities:

Cuorgnè, Chieri, Favria, Forno Can., Turin, Valperga, Venaria Reale, Ferrara, Brindisi, Salassa,

Levone, Grosseto, Pavone Can., Agliè, Castellamonte, Canischio, Palermo, S.Maurizio, Foglizzo,

Strambino, “Internet Art Fair” and on-line gallery of “Immagine Arte”, Catania, Fiuggi, New York, Tarquinia,

Venice, Florence.

PERSONAL EXHIBITIONS:

AOSTA – “Torre dei Signori” exhibition hall – Porta Pretoria.

CAPRI – Exhibition Center “Centro Caprense Ignazio Cerio” – Piazzetta Cerio.

Palumbo Marco

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

Il maestro Marco Palumbo vive ed opera a Vicenza

Cell. 351.6044117

e-mail: pamart17@libero.it

Attestato Archiviazione 2020

BIOGRAFIA

Sono nato a Roma nell’anno 1973.

Per motivi legati al lavoro nell’anno 2001 mi sono trasferito a Vicenza

dove vivo attualmente.

Sono l’ultimo di sette figli, mia Madre rimase vedova quando io avevo poco più di due anni.

Questa situazione non mi ha dato la possibilità di proseguire gli studi, quindi terminate le scuole medie entrai nel mondo del lavoro.

Nell’anno 2001, all’età di 27 anni, trovai un buon posto di lavoro, ma questo ha richiesto il mio trasferimento nel veneto, bellissima regione d’Italia che a livello lavorativo, e non solo, mi ha dato molto.

Sono un’artista autodidatta, la mia passione per il disegno mi ha accompagnato sin da bambino.

Nell’anno 2009 la mia creatività ha preso una strada diversa,

ho messo da parte matita e colori, ed ho intrapreso un nuovo tipo di arte che ho ideato, approfondito e nel tempo perfezionato da me.

Amo chiamare le mie opere “puzzle di pietra”.

Personalmente questo tipo di arte mi dà piena libertà di spaziare tra immagini e materiali per la realizzazione.

Le mie opere sono tutte interamente ideata da me , dalla scelta del soggetto, alla posa in opera, fino al completamento con cornice.

Le mie opere sono realizzate con sabbia e granelli di pietra vario genere che posiziono singolarmente, come dire “Roma è stata fatta un mattone alla volta”, così le mie opere sono realizzate un granello alla volta.

Il tempo è la vita, e cosa c’è di più prezioso della vita?

Io non ho fretta, e non guardo il tempo che scorre, ma guardo sempre l’obbiettivo da raggiungere e il risultato finale.

Non è importante il tempo che passa ma come lo si impiega, perché il risultato del nostro operato resta per sempre negli occhi e nel cuore di chi lo ha compreso.

BIOGRAPHY

I was born in Rome in 1973.

For work-related reasons, in 2001 I moved to Vicenza

where I currently live.

I am the last of seven children, my mother was widowed when I was just over two years old.

This situation did not give me the opportunity to continue my studies, so after finishing middle school I entered the world of work.

In the year 2001, at the age of 27, I found a good job, but this required my transfer to the Veneto region, a beautiful region of Italy which at work level, and not only, gave me a lot.

I am a self-taught artist, my passion for drawing has accompanied me since I was a child.

In 2009 my creativity took a different path,

I put aside pencil and colors, and I embarked on a new type of art that I conceived, deepened and perfected over time.

I love to call my works “stone puzzle”.

Personally this type of art gives me full freedom to space between images and materials for the realization.

My works are all entirely conceived by me, from the choice of the subject, to the installation, up to the completion with frame.

My works are made with sand and stone grains of various kinds that I place individually, like saying “Rome was made one brick at a time”, so my works are made one grain at a time.

Time is life, and what is more precious than life?

I am in no hurry, and I do not look at the time that passes, but I always look at the goal to be achieved and the final result.

Time does not matter but how it is used, because the result of our work remains forever in the eyes and hearts of those who have understood it.

 

Ouatu Gheorghita

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

L’artista Gherghita Ouatu vive ed opera a Foggia

Cell. 329.4381420

e-mail: artegheorghita10@gmail.com

Attestato Archiviazione 2020

BIOGRAFIA

Gheorghita Ouatu è nata il 10 giugno 1985 a Tulcea, ridente città turistica atraversatta dal Danubio nel Sud-est della Romania.Vivo in Italia dal 2004,paese che ho sempre definito “come MADRE DELL’ ARTE”. Dopo alcuni anni vissuti a Roma mi trasferisco a Foggia dove mi sposo nel 2013.Sin da piccola dipingevo con qualsiasi sostanza potesse diventare “colore” e su qualsiasi superficie sognando un giorno di poter dipingere anche sull’aria.Autodidatta di formazione nel 2018 conosco il maestro Zahi Issa con il quale approfondisco alcuni aspetti della tecnica ritrattistica.Realizzo quadri e sculture anche mediante l’utilizzo di materiali di riciclo e sassi ai quali mi dà emozione “dargli vita”.Ho partecipato a numerose manifestazioni e collettive d’arte sia nazionali che internazionali ricevendo vari premi e riconoscimenti.Tra le più recenti (nel 2019) Palabra en el Mundo a Bari,Vivi d’arte a Foggia, Biennale Italiana a Budapest, L’arte sì mostra a palazzo Ferrajoli a Roma, I colori  della solidarietà a Bari,Rassegna nazionale di pittura e scultura a Gioia del Colle, Collettiva di pittura e scultura a Foggia,(nel 2020) Fiera Internazionale d’arte a Innsbruck Digital Exhibition Art Innsbruck Fair.Sono stata ospite nella trasmissione Poeti e poesie Arte e Artisti.Le mie opere si trovano in strutture pubbliche e private e su vari cataloghi e riviste d’arte.

BIOGRAPHY

Gheorghita Ouatu was born on 10 June 1985 in Tulcea, a pleasant tourist city crossed by the Danube in the south-east of Romania. I have lived in Italy since 2004, a country that I have always defined “as MOTHER OF ART”. After a few years living in Rome I moved to Foggia where I got married in 2013. As a child I painted with any substance that could become “color” and on any surface dreaming one day of being able to paint even on the air. Self-taught of training in 2018 I know the master Zahi Issa with whom I deepen some aspects of the portraiture technique. I make paintings and sculptures also through the use of recycled materials and stones which give me emotion “give them life”. I have participated in numerous events and collective art exhibitions both nationally and international ones, receiving various prizes and recognitions. Among the most recent (in 2019) Palabra en el Mundo in Bari, Live art in Foggia, Italian Biennale in Budapest, Art shows itself at Palazzo Ferrajoli in Rome, The colors of solidarity in Bari, National exhibition of painting and sculpture in Gioia del Colle, Collective of painting and sculpture in Foggia, (in 2020) International Art Fair in Innsbruck Digital Exhibition Art Innsbruc k Fair. I was a guest in the transmission Poets and poems Art and Artists. My works are found in public and private structures and in various catalogs and art magazines.

 

Cantarutti Daniela

002

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

L’artista Daniela Cantarutti vive ed opera alle Canarie, Santa Cruz de Tenerife

Tel. 0034 922686158 – 0034 678475068

e-mail: dcantarutti@hotmail.com

Attestato Archiviazione 2020

BIOGRAFIA

Daniela Cantarutti è nata a Roma e vive alle Canarie, Santa Cruz de Tenerife. È cresciuta nella prima giovinezza in Friuli dove ha frequentato le scuole superiori. È pittrice sin dalla fanciullezza e soprattutto dal suo arrivo alle Canarie dove ha fondato la sua famiglia. La sua formazione artistica conta tra gli altri i Corsi del poliedrico Maestro Emilio Machado allievo di Dalí, del Maestro José Mazuelas, noto come il pittore della natura, e della pittrice surrealista e simbolista Amalia Pisaca. Già ristoratrice a Santa Cruz, conduce ora il proprio B&B ‘La casa luminosa’ a Santa Cruz e si dedica in tutto il tempo libero alle Arti Visive dipingendo sia opere figurative che astratte con la tecnica a olio, anche acquarelli e tempere, con speciale predilezione per i tratti più simbolici della pittura. Tiene Mostre personali e collettive in diverse città delle Isole Canarie. Suoi dipinti stanno in esposizione stabile in un Museo dell’Alto Friuli. Numerose sue tele si trovano in collezioni private. Ha partecipato nel 2016 con sue opere al ‘Premio Franz Kafka ®’ Italia, VI Edizione, Celebrazione a Padova, Sala Capitolare della Carità, San Francesco Grande; nel 2017 alla VII Edizione del ‘Premio Franz Kafka ®’ Italia, Celebrazione a Udine, Sala Moret, Hotel Là di Moret. Ha conseguito il ‘Gran Premio Art Festival in the World’ nel 2019 e il Premio ‘Leonardo da Vinci – Tra scienza e arte’ nel 2020, assegnati dal Centro Accademico Maison d’Art di Padova, Presidente Carla D’Aquino Mineo. Suoi Video sono presenti su YouTube.

BIOGRAPHY

Daniela Cantarutti was born in Rome and lives in the Canary Islands, Santa Cruz de Tenerife. She grew up in her early youth in Friuli where she attended high school. She has been a painter since childhood and especially since her arrival in the Canary Islands where she founded her family. His artistic training includes, among others, the courses of the multifaceted Maestro Emilio Machado, a pupil of Dalí, of the Maestro José Mazuelas, known as the painter of nature, and of the surrealist and symbolist painter Amalia Pisaca. Already a restaurateur in Santa Cruz, she now runs her own B&B ‘The luminous house’ in Santa Cruz and dedicates all her free time to the Visual Arts painting both figurative and abstract works with the oil technique, including watercolors and tempera, with special preference for the most symbolic features of painting. He holds solo and group exhibitions in various cities of the Canary Islands. His paintings are on permanent display in a museum in Upper Friuli. Numerous of his paintings are found in private collections. He participated in 2016 with his works in the ‘Franz Kafka ® Award’ Italy, VI Edition, Celebration in Padua, Chapter Hall of Charity, San Francesco Grande; in 2017 at the VII Edition of the ‘Franz Kafka ® Award’ Italy, Celebration in Udine, Sala Moret, Hotel Là di Moret. He received the ‘Gran Premio Art Festival in the World’ in 2019 and the ‘Leonardo da Vinci – Between science and art’ Award in 2020, awarded by the Academic Center Maison d’Art of Padua, President Carla D’Aquino Mineo. His videos are present on YouTube.

Coletti Francesca

004

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

L’artista Francesca Coletti vive ed opera a Milano

Cell. 377.1975012

e-mail: francycoletti64@gmail.com

Attestato Archiviazione 2020

BIOGRAFIA

A cura di Ludovica Sagnelli :

Critico D’arte 

Francesca Coletti nasce a Bari, ma vive e lavora a Milano, da giovanissima si avvicina al mondo della pittura – poesia 

 Ha sempre lavorato mantenendosi agli

studi. Il suo lavoro come artigiana l’ha portata alla sperimentazione di varie forme d’arte e non ha

mai abbandonato la sua personale sperimentazione artistica fino alla realizzazione di opere uniche

in cui la natura è il tema dominante. L’amore per l’arte la sprona a frequentare il corso di

“Arteterapia” ( corso sperimentale) Partecipa a numerose mostre ed esposizioni incontrando il

favore del pubblico. La prima mostra personale  allo spazio “Seicentro” di Milano 

Alla Galleria “Il Collezionista” di Roma in una mostra

itinerante ha portato le sue creazioni tra Roma, Barcellona, Berlino e Parigi. Negli ultimi anni ha

preso parte alle esposizioni dell’associazione culturale “Ars Mea” esponendo opere e leggendo

poesie in occasione delle mostre “Artisticamente donna” e “Alpini. Storie di guerra Storie di pace”.

La sua ultima creatura è un libro: “La nostra storia…colori dell’anima” che raccoglie le sue poesie ed è in continuo dialogo con le sue tele.

L’arte di Francesca tra poesia e pittura, regno ideale e inattingibile in cui esce dalla realtà angusta

del mondo. Regno di bellezza. Riflesso del sogno.

Le sue serie: “Albero della Vita”, “Madre Natura” e “Emozioni”, raccontano una natura viva nel

sogno di una realtà terrena raccontata dalle sue poesie.

Il racconto inizia dal lato emotivo della realtà, in quella realtà dove l’artista comunica il suo stare al

mondo

Nella serie Albero della Vita, al centro della composizione vi è l’albero come elemento della nostra esistenza, fermo dove la natura lo ha creato, ma vivo più che mai nelle sue svariate forme, che si adatta all’ambiente circostante, senza mai mutare la sua essenza, che perde le foglie ma non l’energia di rifiorire carico di frutti.

Questa continua conversazione tra terra e cielo, tra la solidità delle radici e l’ignoto del cielo porta l’artista ad un mondo di luce: un naturalismo contemplativo e spiritualizzato, che ci riporta all’amore verso la

natura, verso ciò che ci ha generato messo al mondo. Le figure femminili presenti sono delle sirene,

che ricordano il passare del tempo, sembra vogliano cantarci e trascinarci in un vortice ma in realtà

è il pacifico silenzio della natura a rapirci.

I colori dell’anima che prevalgono in Madre Natura sono onirici e

vibranti. Le brillanti pennellate indicano le zone chiare e

definiscono nello stesso tempo le forme. La dosatura dei colori: il

rosso con il verde, l’azzurro con l’arancione, il giallo con il violetto

rendono l’atmosfera dolce, quella

dolcezza che chiediamo a Madre

Natura.

L’armonia più grande nell’intensità

più forte è questa la cifra stilistica

che Francesca mette nella serie di

opere Emozioni dove porta con sé

la lucidità e la cecità di un innamorato delle sue esperienze, porta

alla luce la materia di cui è fatta l’anima.

Ciascuno dei suoi tratti è un’articolazione indispensabile della forma, ognuna delle sue linee la testimonianza di un’energia accumulata e così tesa da credere di sentirla vibrare ancora a lungo

dopo l’emozione che l’ha fatta nascere.

Le sue opere e le sue poesie sono una dolcissima forma espressiva in un linguaggio semplice ma

mai banale che testimonia l’acutezza di visione. Esse esprimono l’essere di carne ed ossa, e insieme

la donna attenta e riflessiva. La sua arte è un’arte espressiva in cui la comunicazione arriva dritta al cuore.

Mostra Pittorica
spazio “Seicentro” Milano
Collettive con Ars Mea ( Brescia)
Collettiva itinerante con la galleria il Collezionista (Roma) Roma, Parigi, Barcellona, Berlino
Pubblicazioni di due libri di poesie Con Irda Edizioni
” La nostra storia… colori dell’anima “Le profonde radici dell’essere”
Centro culturale Click Art Direttore Artistico Luigi Profeta ( Cormano) Milano
Mostra personale pittorica / poetica
” Le profonde radici dell’essere “
Mostre Collettive
Associazione “Lo specchio di Alice” di :Dott.ssa Giuseppina Rossitto
Curatrice del mio libro ” Siamo fatti di silenzi ” Rivista “Quaderni” con opere pittoriche e poetiche
Partecipazione eventi poetici
organizzati dalla poetessa Izabella Teresa Kostka Presso : Cerifos (Milano)
Donazione opera “Albero della pace”
Museo degli Artisti del Terzo millennio 3M S. Francesco Direttore artistico Antonio Balbi Donazione ” Albero della Vita “
Policastro Bussentino
Donazione 2017 2 opere di Francesca Coletti “Albero della musica ” in memoria del re dell operetta Sandro Massimini , evento organizzato dall erede Direttore del Museo (Fiuggi) Giampiero Pacifico
A Milano
Ex Fornace Milano
Le opere sono state esposte anche al Museo di Sandro Massimini a Torre Cajetani
Allieva dell Accademia Artisti di Milano Corso: cinema -televisione
6 Maggio 2018 Arte Naviglio Grande
Evento Poetico e pittorico : Pasubio Vive Cesano Boscone org. Associazione del terzo millennio
Pubblicazione del libro In viaggio con la poesia di Francesca Coletti
Magi Editore
Curatore del libro Luigi Ruggeri
Collane varie della Magi editore
BIOGRAPHYCurated by Ludovica Sagnelli:Art critic

Francesca Coletti was born in Bari, but lives and works in Milan, when she was very young she approached the world of painting – poetry

He has always worked keeping to

Education. Her work as an artisan led her to experiment with various forms of art and she did not

never abandoned his personal artistic experimentation until the creation of unique works

where nature is the dominant theme. The love for art spurs her to attend the course

“Arteterapia” (experimental course) Participate in numerous exhibitions and shows by meeting the

favor of the public. The first solo exhibition at the “Seicentro” space in Milan

At the “Il Colleettore” Gallery in Rome in an exhibition

itinerant brought his creations between Rome, Barcelona, ​​Berlin and Paris. In recent years it has

took part in the exhibitions of the cultural association “Ars Mea” exhibiting works and reading

poems on the occasion of the exhibitions “Artistically woman” and “Alpini. Stories of war Stories of peace”.

His latest creation is a book: “Our story … colors of the soul” which collects his poems and is in continuous dialogue with his canvases.

Francesca’s art between poetry and painting, an ideal and unattainable realm in which she emerges from cramped reality

of the world. Kingdom of beauty. Reflection of the dream.

His series: “Tree of Life”, “Mother Nature” and “Emotions”, tell of a living nature in the

dream of an earthly reality told by his poems.

The story begins on the emotional side of reality, in that reality where the artist communicates his being to

world

In the Tree of Life series, at the center of the composition there is the tree as an element of our existence, still where nature has created it, but alive more than ever in its various forms, which adapts to the surrounding environment, without ever changing its essence, which loses its leaves but not the energy of blooming again full of fruits.

This continuous conversation between earth and sky, between the solidity of the roots and the unknown of the sky brings the artist to a world of light: a contemplative and spiritualized naturalism, which brings us back to the love of

nature, towards what gave birth to us. The female figures present are mermaids,

who remember the passage of time, seems to want to sing and drag us into a vortex but in reality

it is the peaceful silence of nature that kidnaps us.

The colors of the soul that prevail in Mother Nature are dreamlike and

vibrant. The bright brush strokes indicate the light areas and

they define the shapes at the same time. The dosage of colors: the

red with green, blue with orange, yellow with violet

they make that atmosphere sweet

sweetness we ask Mother

Nature.

The greatest harmony in intensity

this is the stylistic code

that Francesca puts in the series of

works where Emotions brings

the lucidity and blindness of a lover of his experiences brings

in light the matter of which the soul is made.

Each of its traits is an indispensable articulation of the form, each of its lines the testimony of an accumulated energy and so tense as to believe to feel it vibrate for a long time.

after the emotion that gave birth to it.

His works and poems are a very sweet form of expression in a simple but

never banal that testifies to the acuity of vision. They express the being of flesh and blood, and together

the attentive and thoughtful woman. His art is an expressive art in which communication reaches straight to the heart.

Pictorial exhibition
“Seicentro” space Milan
Collective with Ars Mea (Brescia)
Traveling collective with the gallery the Collector (Rome) Rome, Paris, Barcelona, ​​Berlin
Publications of two books of poems With Irda Edizioni
“Our history … colors of the soul” The deep roots of being ”
Click Art Cultural Center Artistic Director Luigi Profeta (Cormano) Milan
Personal pictorial / poetic exhibition
“The deep roots of being”
Collective exhibitions
Association “Alice’s mirror” by: Dr. Giuseppina Rossitto
Curator of my book “We are made of silence” “Quaderni” magazine with pictorial and poetic works
Participation in poetic events
organized by the poet Izabella Teresa Kostka At: Cerifos (Milan)
Donation of the “Tree of Peace” work
Museum of the Artists of the Third Millennium 3M S. Francesco Artistic Director Antonio Balbi Donation “Tree of Life”
Policastro Bussentino
Donation 2017 2 works by Francesca Coletti “Tree of music” in memory of the king of the operetta Sandro Massimini, event organized by the heir Director of the Museum (Fiuggi) Giampiero Pacifico
In Milan
Ex Furnace Milan
The works have also been exhibited at the Sandro Massimini Museum in Torre Cajetani
Student of the Academy of Artists of Milan Course: cinema-television
May 6, 2018 Arte Naviglio Grande
Poetic and pictorial event: Pasubio Vive Cesano Boscone org. Association of the third Millennium
Publication of the book Traveling with Francesca Coletti’s poetry
Magi Editore
Curator of the book Luigi Ruggeri
Various necklaces by the Magi publisher

Paradiso Giuseppe

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

Il maestro Giuseppe Paradiso vive ed opera a Torino

Cell. 320.0337129

e-mail: gparadiso9@libero.it

Attestato Archiviazione 2019 per sito

BIOGRAFIA

Giuseppe Paradiso vive e lavora a Torino. Ha frequentato il liceo artistico di Torino. Col tempo ha affinato la sua arte. Le sue opere sono composizioni di una ragionata ricerca, dove il segno diventa trama-ordito per un cielo, un prato immaginario, falci ed ancora, personaggi misteriosi che sembrano uscire da una ritmica geometria di forme, colore e di luce. La fantasia a Giuseppe Paradiso non manca. l colori prendono forma con naturale sensibilità, la sua pennellata fluida e sicura dona al segno espressività emozionale. Artista premiato dall’Archivio Storico del Centro Accademico Maison d’Art di Padova, riscuote ampio successo di pubblico e critica per le sue opere d’arte che si distinguono nell’autentica modalità stilistica per un inedito linguaggio d’arte.

 

 BIOGRAPHY

Giuseppe Paradiso lives and works in Turin. He attended the art school of Turin. Over time he refined his art. His works are compositions of a reasoned research, where the sign becomes a warp-plot for a sky, an imaginary lawn, scythes and more, mysterious characters that seem to come out of a rhythmic geometry of shapes, color and light. The imagination of Giuseppe Paradiso is not lacking. Colors take shape with natural sensitivity, its fluid and safe brushstroke gives the sign emotional expressiveness. An award-winning artist from the Historical Archive of the Maison d’Art Academic Center in Padua, he is widely acclaimed by the public and critics for his works of art that stand out in the authentic stylistic modality for a new language of art.

 

 

Lori Antonio

001

ARCHIVIO STORICO DELL’ARTE ITALIANA

002

GLI AUTORI DELLA STORIA

Il maestro Antonio Lori vive ed opera a Milano

Cell.  392.07 61 254

e-mail: info@antoniolori.it

e-mail: artelori@gmail.com

www.loriantonio.com

Attestato Archiviazione 2019 per sito

BIOGRAFIA

Antonio Lori piemontese di nascita, dopo un’estesa formazione artistica ha iniziato un percorso professionale dalle arti grafiche, tra Marche e Abruzzo, sperimentando tutte le tecniche di riproduzione, dalla flessografia, tipolitografia e serigrafia.

L’artista, grafico pubblicitario e web designer con un’esperienza pluriennale nell’editoria e nella comunicazione aziendale, ha diretto campagne pubblicitarie, realizzato cataloghi e manifesti, firmato copertine di libri e riviste. Nei primi anni Ottanta inizia l’esperienza nella comunicazione come grafico pubblicitario, per poi affiancare a questa, nel decennio successivo, il web design. Un momento chiave in cui anche il marketing stava subendo delle trasformazioni sostanziali, rivoluzionando il modo di comunicare. Un percorso lungo, quello di Lori, ricco di stimoli e incontri, votato alla creatività e all’aggiornamento costante.

Tra il 1998 e il 2002 ha curato la comunicazione di vari eventi artistici, mentre in anni più recenti ha partecipato a mostre collettive e personali e fatto parte della giuria di varie estemporanee di pittura. Da anni è impegnato in una ricerca artistica incentrata sull’utilizzo della tecnologia. Il suo è un mettere in discussione l’arte o, per esser più precisi, le nostre convinzioni su cosa è arte e cosa non lo è e lo fa con il mezzo che usa quotidianamente per la sua attività professionale: un computer.

Nel frattempo, tra un impegno professionale e l’altro, ritorna l’amore mai del tutto abbandonato per l’arte e la sperimentazione. I mezzi utilizzati oltre quelli tradizionali, attingono alle risorse offerte dalla tecnologia: pennelli, tubetti di colore, pennelli e tavolozze si alternano con un ventaglio di possibilità espressive pressoché infinito, dando vita a un nuovo tipo di “pittura”, quella digitale.

In questo modo, l’occhio onnipresente del grafico, abituato a muoversi creativamente dentro le griglie definite dai canoni della comunicazione, si lascia andare a una libertà espressiva svincolata dalle “buone pratiche” e va oltre quello a cui siamo abituati: sfida le nostre convinzioni sull’arte.

Ogni immagine, unica nel suo genere, viene stampata su diversi tipi di supporto, anche quelli più tecnologici. L’effetto materico della pittura su tela è dato da vernici e colori reali.

Alla vista dello spettatore si offrono composizioni dove il colore, elemento predominante nella poetica dell’artista, interagisce con forme geometriche, spesso umane, accompagnate a volte da numeri, lettere o stralci di testo. Un universo figurativo vibrante e ricco, dove ogni elemento sussurra qualcosa di sé per dare voce al Tutto di cui è parte.

Qualcuno ha detto che sono un grafico e un artista sperimentatore attento alla ricerca dell’innovazione”. Io so solo che esprimo le mie emozioni con forme e colori, creando giochi cromatici a volte delicati e a volte estremi. La tecnica digitale la trovo utile, perché si adegua perfettamente alla velocità di elaborazione delle idee e le soluzioni sono infinite.”

Un percorso non si inventa. I percorsi possibili sono infiniti e ognuno di essi cambia inevitabilmente il nostro viaggio.

Scegliere un percorso è difficile quando l’influenza di una cultura visiva millenaria si scontra con la conoscenza dei nuovi media e anche un semplice segno diventa una decisione complicata che rischia di bloccare la partenza. E così ti lasci ispirare, chiami in aiuto musica e poesia. Leggi, ascolti, ti emozioni e lasci che le idee fluiscano dalla mente alla mano.

Dalla mano in poi c’è il mondo, i limiti non esistono; sorvoli tutte le possibilità e continui ad alimentare le idee, ogni prova ti invita a trovare altre forme e colori. La parte del tuo viaggio è iniziata.”

BIOGRAPHY

Antonio Lori, born in Piedmont, after an extensive artistic training, began a career in graphic arts, between the Marche and Abruzzo, experimenting with all the reproduction techniques, from flexography, typolithography and serigraphy.

The artist, graphic designer and web designer with many years of experience in publishing and corporate communication, has directed advertising campaigns, produced catalogs and posters, signed book and magazine covers. In the early eighties he began his experience in communication as an advertising graphic designer, and then added web design to it in the following decade. A key moment in which even marketing was undergoing substantial transformations, revolutionizing the way we communicate. A long journey, that of Lori, full of stimuli and meetings, devoted to creativity and constant updating.

Between 1998 and 2002 he oversaw the communication of various artistic events, while in more recent years he has participated in collective and personal exhibitions and has been part of the jury of various impromptu paintings. For years he has been engaged in an artistic research focused on the use of technology. His is a questioning of art or, to be more precise, our beliefs about what is art and what is not, and it does so with the means that it uses every day for its professional activity: a computer.

Meanwhile, between one professional commitment and another, love is never completely abandoned for art and experimentation. The means used beyond those traditional, draw on the resources offered by technology: brushes, tubes of color, brushes and palettes alternate with a range of almost infinite expressive possibilities, giving life to a new type of “painting”, the digital one.

In this way, the ubiquitous eye of the graphic designer, accustomed to moving creatively within the grids defined by the canons of communication, lets himself go to an expressive freedom free from “good practices” and goes beyond what we are used to: challenge our beliefs art.

Each image, unique in its kind, is printed on different types of support, even the most technological ones. The material effect of painting on canvas is given by real paints and colors.

At the view of the spectator, compositions are offered where color, the predominant element in the artist’s poetics, interacts with geometric forms, often human, sometimes accompanied by numbers, letters or excerpts of text. A vibrant and rich figurative universe, where each element whispers something of itself to give voice to the Whole of which it is a part.

“Someone said that I am a graphic designer and an experimental artist who is attentive to innovation”. I only know that I express my emotions with shapes and colors, creating sometimes delicate and sometimes extreme chromatic games. I find digital technology useful, because it adapts perfectly to the processing speed of ideas and the solutions are endless. ”

“A path is not invented. The possible routes are endless and each of them inevitably changes our journey.

Choosing a path is difficult when the influence of a millennial visual culture clashes with the knowledge of new media and even a simple sign becomes a complicated decision that risks blocking the start. And so you let yourself be inspired, call music and poetry for help. Read, listen, and feel emotions and let the ideas flow from the mind to the hand.

From the hand on there is the world, the limits do not exist; fly over all the possibilities and continue to feed the ideas, each test invites you to find other shapes and colors. The part of your journey has begun. ”